Tutti i testi

Sono francese e scrivo per migliorare il mio italiano.
Le parti in grassetto sono state corrette grazie a Sabina.

L'ALLARME A SCUOLA





Avrei voluto insistere, come lo avrei fatto con i miei colleghi, sull’importanza degli esercizi di emergenza e di contenimento a scuola. Ho molti esempi in mente. Ne ho scelti due.

Quando sono arrivato a X, come direttore, la collega che era partita in pensione non aveva mai fatto un solo esercizio in quindici anni.
Ho fatto, com’è obbligatorio, il primo esercizio di emergenza nel mese di settembre.
Abbiamo scoperto che una classe non sentiva la sirena quando c’era un po’ di rumore. L’aula era al primo piano in fondo di un corridoio. In caso di incendio, la professoressa avrebbe visto troppo tardi il pericolo, quando il fumo sarebbe stato già lì.
Il sindaco ha fatto installare un dispositivo in più.

A Y., un giorno, ho fatto un esercizio di contenimento (in caso di rischio chimico o di minaccia) quando le classi erano dentro.
Quando c’è un contenimento, se la classe è già dentro, il professore deve chiudere le porte e le finestre e fare finta di mettere lo scotch sulle porte e le finestre.
Lei è uscita con la sua classe!
Però, le sirene sono molto diverse.
Per entrare la sirena fa: “uuuuuu uuuuuu uuuuuu” come il lupo (Un lupo con una grande bocca!).
Per uscire fa: “piu piu piu piu” come gli allarmi di casa.

L’Alta-Savoia è un dipartimento turistico e industriale. I rischi chimici sono reali.

Questa pagina è stata modificata il 03.03.2022.