Tutti i testi

Sono francese e scrivo per migliorare il mio italiano.
Le parti in grassetto sono state corrette grazie a Sabina.


LA SPIAGGIA DI ANNECY


L’articolo in francese, pretesto alla scrittura di un testo con il massimo di preposizioni o avverbi di luogo o di tempo.

Le preposizioni
Gli avverbi
Annecy : La piccola Venezia delle Alpi
La spiaggia



- La sai la novità?
- Ancora! Ne hai una per ogni giorno della settimana!
- Non prendermi in giro. Ne ho più di una, ma mi trattengo!
- Cosa succede stavolta? Ancora un covo di banditi?
- No! Ho letto che la spiaggia dell’Imperiale diventerà gratuita quest’anno.
- Quale spiaggia?
- La spiaggia dell’Imperiale.
- Non la conosco! Lo sai, non vado spesso a fare il bagno ad Annecy d'estate. C’è troppa gente in città.
- Ma tu conosci la spiaggia. Tu vai spesso a passeggiare qui. Tu non ha mai visto che è a pagamento perché di primavera, d’autunno e d’inverno è aperta.
- Non vedo dov’è.
- Tu vedi il palazzo dell’Imperiale. Quando tu guardi il lago, mettendo il palazzo dietro di te, la spiaggia si trova a destra.
- La spiaggia è accanto al parco dell’Imperiale?




Il palazzo dell'Imperiale

- No, ma è proprio vicina.
- È lontana dalla passeggiata del “Pâquier”.
- No! Si trova tra il parco dell’Imperiale e il “Pâquier”.
- Vado spesso a fare il picnic sul “Pâquier”, ma non vedo dov’è questa spiaggia.
- Però si vede bene dal “Pâquier”. È la sola spiaggia con un grande scivolo. Si vede da un chilometro! Bisogna solo guardare davanti a sé.




Il toboga e il trampolino
- Cosa c’è di altro intorno?
- C’è il dancing “Le Pop Plage”.
- Ah! Sì! Sto vedendo ora! Ho visto, vicino al “Pop Plage”, la recinzione di un piccolo parco, ma non sono mai entrato dentro. Così, c’è una spiaggia dietro?
- Si!
- Ed era a pagamento?
- Sì. È una proprietà della città che aveva dato una delegazione di servizio pubblico. Il contratto è arrivato alla fine e la città ha deciso di non ricondurlo e di riprendere il luogo per renderlo al pubblico.
- Tu hai parlato di uno scivolo.
- Si ho già nuotato dalla parte gratuita fino allo scivolo.  Sono andato sotto, ma non potuto salire. Era riservato ai clienti che vedevo sopra.
- È una buona notizia. Magari, andrò qui ad agosto.
- Anch’io.


La "legge litorale" in Francia

La "legge litorale" ha voluto dal 1986 proteggere le rive dei mari e dei laghi. Se ciascuno ha il diritto di comprare un terreno per costruire una casa non ha il diritto di rendere privata una parte del mare o di un lago vietando il suo accesso. Deve rispettare le regole di costruzione di cui una distanza tra la casa e l’acqua.

In Francia, normalmente, è sempre possibile camminare verso il mare senza incontrare mai un muro di proprietà. Chiamiamo questo spazio pubblico “Il sentiero dei doganieri”.
Ho detto "normalmente", perché ci sono sempre delle persone che vogliono aggirare la legge.
Per esempio, vicino al mare, alcuni hanno messo un muro così vicino dell’acqua, sopra la falesia, che, rispettando la legge -la lettera ma non lo spirito- , hanno comunque vietato il passaggio senza pericolo, soprattutto con la marea alta. Conosco almeno due casi così, uno su un’isola del sud e un altro in Bretagna.

Per i laghi dell'Alta-Savoia ci sono due problemi.
La legge, a volte, è arrivata dopo la costruzione. Molto dopo! I problemi sono risolti caso per caso. Per esempio, all’occasione di una successione, di una vendita… la città può comprare il terreno e renderlo pubblico.
C’è un altro problema. La legge è difficile ad applicare.
La legge è difficile da applicare con uno straniero, soprattutto molto ricco e a volte di sangue reale, che ha comprato un castello vicino a un lago… e che fa un po’ cosa vuole perché, in un’altra parte, aiuta finanziariamente il comune.
La legge è difficile da fare rispettare a qualcuno che, con discrezione, ha messo una recinzione, una barriera o una siepe invalicabile vietando il passaggio sul sentiero dei doganieri.

A volte, sento parlare di processi, di problemi, di decisioni di sindaci, di distruzioni sotto la protezione delle forze dell'ordine…

Anno dopo anno, comunque, la situazione si è migliorata ed è possibile ora camminare sulle rive dei mari e dei laghi. Almeno sul 90% del lago di Annecy. (Non si devono dimenticare le parti vietate per la protezione della natura e le falesie.)

Questa pagina è stata modificata il 26.03.2022.