Tutti i testi

Sono francese e scrivo per migliorare il mio italiano.
Questo è una finzione
Le parti in grassetto sono state corrette grazie a Sabina.


Chiamare i soccorsi in Francia
La polizia
Il dottore
La farmacia
Il telefono
I primi soccorsi a scuola (in Francia)

CHIAMARE I SOCCORSI




-1- 118 in Italia

Buongiorno. Mi chiamo Guido Magli. Sono francese. Il mio numero di telefono francese è il 33 6 xx xx xx xx.

Sono in una spiaggia vicina alla riserva naturale di Brindisi, non lontano da Torre Guaceto, al sud, in zona B, la zona dov’è permesso il bagno. Sono con mia moglie e uno sconosciuto italiano che ha pressappoco venti anni. Quando è uscito dell’acqua è venuto verso di noi e ci ha detto che si sentiva male. Abbiamo potuto parlare un po’. Non è malato, non ha preso delle medicine, non ha bevuto alcool e non ha preso droga. Dopo ha perso conoscenza.

Ora, respira. Non risponde alle nostre domande. L’abbiamo messo in posizione di sicurezza. Mia moglie lo sorveglia mentre telefono.

Siamo tutto in fondo alla spiaggia. Per venire qui, dalla fine del sentiero accessibile per un’ambulanza, verso il parcheggio, bisogna camminare più di un chilometro. Tra l'altro sentiero e noi, ci sono trecento metri, ma c’è una palude e non è possibile passare. A mio parere ci vuole un elicottero o una barca.

Siamo da soli e non c’è nessun’altro per aiutarci.



Posso riattaccare ?


-2- 112 in Francia

Buongiorno. Mi chiamo Guido Magli. Il mio numero di telefono è il 06 xx xx xx xx.

Sono nell’appartamento dei vicini a La Bxxxxx de Sxxxxx, 55 Bis rue des Éxxxxx, al pianoterra rialzato, porta di destra. Una donna si è ferita con un coltello nel braccio. Il coltello non è nel braccio. Sanguinava molto. Mia moglie ha messo un asciugamano pulito sulla ferita e ha premuto, ma non bastava. Il sangue scorreva. Ho fatto un punto di compressione al braccio. Il sangue non scorre più.

La donna ferita è cosciente e calma. Abbiamo bisogno di un soccorso presto.

Un altro vicino è andato all’inizio della strada, all’entrata del villaggio, quando si arriva di Annecy, verso il semaforo della farmacia. Potrà guidare l’ambulanza fino all’appartamento.



Posso riattaccare ?

-3-

- Buongiorno. Vi chiamo perché sono caduto dalla motocicletta.
- Sì! Dov’è Lei?
- Non è finito. Mentre ero a terra, sono stato investito da un autobus.
- Eh? Dov’è?
- Non è finito. Quando mi sono alzato, ho urtato la locomotrice di un treno.
- Ma dov’è?
- E, alla fine, ho battuto la testa contro un aereo.
- Ho capito. È una battuta!
- No! Non è una battuta! Lei può domandare al padrone della giostra.

Questa pagina è stata modificata il 26.03.2022.