Tutti i testi

Sono francese e scrivo per migliorare il mio italiano.
Ho voluto imparare il vocabolario della famiglia.
Le parti in grassetto sono state corrette grazie a Sabina.

La famiglia

L'ALBERO GENEALOGICO


All’inizio, volevo soltanto avere un piccolo albero genealogico, soprattutto con le informazioni essenziali: nome, cognome, date di nascita e di morte, città e paese di nascita (Francia, Italia e Svizzera), chi è stato naturalizzato o no… sugli ascendenti, per i miei figli. Due figli, due genitori, quattro nonni, otto bisnonni… mi sembravano abbastanza.
Ho fatto un bell'albero con tanti colori, bandiere, foto… su un solo foglio.

Poche settimane dopo, ho voluto aggiungere mio fratello, i fratelli di mia moglie e i loro coniugi con i loro genitori, i loro discendenti... Sono passato da una ventina di nomi a una quarantina.
Il mio bell'albero è diventato una lista un po’ triste.

Ancora alcune settimane dopo, per preparare una vacanza in Italia, dalla parte della famiglia di mia madre, a Pesaro, ho aggiunto i trisnonni, i prozii, i cugini, le loro mogli e i loro genitori, i loro figli…
Ho comprato un programma informatico per registrare un centinaio di nomi.


Italia - Gromo

Alcuni mesi dopo, ho incontrato una cugina di mia moglie che aveva fatto lo stesso lavoro per la sua parte di famiglia. Mi ha dato una lista su carta di un centinaio di nomi. Ero arrivato a due cento nomi.
Ho preso un abbonamento per costruire un albero online.

Poco a poco, ho aggiunto, qui e lì, un giorno un nome, un altro una data di sposamento, una figlia nata, un anziano morto… e in cinque anni ho avuto duecentottanta nomi.



1935 - Italia - Gromo

Due settimane fa, ho ricevuto un messaggio del sito web. “Abbiamo trovato in alcuni alberi dei nomi che assomigliano molto a dei nomi che Lei ha in Suo albero. Vuole confermare la corrispondenza? Vuole aggiungere nel Suo albero delle informazioni in provenienza degli altri alberi?”
Ho accettato. Nome dopo nome, ho verificato il nome, il cognome, la data di nascita… e ho accettato o rifiutato la corrispondenza. Nel caso di un'accettazione, ho anche accettato, le correzioni proposte, le informazioni che non avevo: i figli, i genitori, i fratelli, la data di sposamento, le foto… e, spesso, il nome della fonte dell’informazione.

Oggi ho trecentotrenta nomi… con tanti e molti sconosciuti vivi o morti. (E reciprocamente, molti non hanno mai sentito parlare di me!)
Devo ancora accettare o no una ventina di nomi per i quali ho dei dubbi. In particolare, per un bisnonno di mia moglie che sarebbe partito in Irlanda. Mi sembra un po’ strano. Devo fare attenzione agli omonimi. Ho trovato tanti Magli in Lombardia: Nessuno della mia famiglia. (Purtroppo, i Magli della famiglia che non avevano migrato in Francia o in Belgio li ho trovati in due cimiteri di Gromo.)



1941 - Svizzera


A me piacciono le attività che non avranno mai una fine: imparare l’italiano e riempire l’albero.
Devo ammettere che non sono un vero appassionato di genealogia. Non ho voglia di percorrere tre paesi, visitare i municipi di tanti e tanti villaggi… Non ne ho voglia e non ne ho il tempo.
Nonostante ciò, mi piace avere tutte quelle informazioni. Mi sembra importante, primo, di sapere da dove vengo e, secondo, di conoscere, anche se conosco soltanto il nome, la famiglia.
Questo parere non sembra essere condiviso da tutti. A volte, ho incontrato membri di famiglia che hanno rifiutato di darmi la più piccola informazione sulla loro famiglia. Assenza di interesse, litigio di famiglia… Non so.
Comunque, ho trovato qualche cosa sui siti web officiali.


1963 - Francia


Prossima tappa: invitare delle persone ad aiutarmi, ma rimango prudente. Un membro della famiglia invitato avrebbe tutti i diritti sul sito e potrebbe aggiungere delle informazioni false, cancellare il mio lavoro… Il sito non permette di invitare solo dei lettori o dei membri con tutti i diritti solo su un ramo, quello della sua famiglia.

Questa pagina è stata modificata il 26.03.2022.